> GradArt 2014
GradArt 2014
Il castello senza barriere
GradArt  2014

Il patrimonio storico-culturale è un bene troppo prezioso perché la sua conoscenza resti appannaggio di un limitato pubblico di conoscitori e appassionati; la sfida per i prossimi anni è fare del Castello di Gradara un luogo sempre più accessibile e fruibile, aperto e accogliente anche e soprattutto verso chi ha maggiori difficoltà a livello fisico, intellettivo e relazionale. È pensando alle persone disabili, alle loro risorse, necessità e potenzialità che è nato “GradArt. Riflessi contemporanei dall’antico”, un innovativo progetto promosso dall’Amministrazione Comunale e Gradara Innova all’interno del circuito SPAC (Sistema Provinciale Arte Contemporanea) della Provincia di Pesaro e Urbino, orientato al confronto e al dialogo tra patrimonio antico e forme espressive contemporanee.
“GradArt” è un contenitore di idee e di creatività, un nuovo modo di intendere l’arte come strumento di conoscenza, di socializzazione e di integrazione, un calendario di appuntamenti e proposte che fanno del nostro splendido borgo un luogo ideale per tutti. Il progetto è strutturato in diversi interventi strettamente correlati fra loro e descritti qui di seguito in dettaglio.

 

per ulteriori informazioni visitate il blog dedicato GradArt-Gradara.blogspot.it

GradArt 2014
GradArt 2014
GradArt 2014
GradArt 2014
GradArt 2014
GradArt  2014
GradArt  2014
GradArt  2014
GradArt  2014
GradArt 2014
GradArt 2014

Residenza Creativa, 10-14 marzo

Gradara diventa anche quest'anno un grande “laboratorio a cielo aperto”: alle due artiste ospiti di questa III edizione,  Elisabetta Scansa e Simona Foglia, spetta il compito di rileggere la storia che ha modellato il nostro borgo, i suoi segni secolari, per darne attraverso il personale lavoro artistico un’interpretazione contemporanea. Ad “accompagnarle” nel processo creativo si succedo nei giorni della residenza i ragazzi disabili provenienti da diversi centri socio-educativi e gli studenti delle scuole del territorio (scuola primaria e secondaria di I e II grado) che lavorando a stretto contatto e condividendo gli stessi spazi ed esperienze, scoperte e difficoltà diventano artefici di un'opera collettiva e corale. L’opera realizzata nel corso della Residenza Creativa ha per titolo "RespiraLe: respirare per vedere il cammino" ed è fulcro e punto di partenza della mostra multisensoriale allestita presso Palazzo Rubini Vesin e inaugurata, sabato 15 marzo 2014 → vedi “Mostra multisensoriale”

Totem sensoriale  sab. 15 marzo inaugurazione

Realizzato dalle classi II della scuola secondaria di I grado di Gradara con il contributo degli operatori didattici di Gradara Innova, in occasione all’adesione dell’Istituto Comprensivo "G.Lanfranco" al progetto “Artinsieme”, promosso dal “Museo Statale Omero” di Ancona. Il Totem è una piccola postazione fissa installata all’ingresso del centro storico contenente alcuni ausili per favorire l’esplorazione artistica del borgo medievale, realizzati pensando alle specifiche esigenze del pubblico cieco e ipovedente, ma utili per chiunque voglia arricchire il suo percorso di visita: tavole tattili dei principali edifici di Gradara con spiegazioni in nero e in braille e un’audioguida tematica per immergersi nell’antica storia del luogo con tutti i sensi.

Seminario di formazione "Disabilità mentale e beni culturali. Riflessioni e buone pratiche" - sab 15 marzo

Il seminario, che si tiene per il II anno consecutivo presso il Teatro Comunale di Gradara, rappresenta un essenziale momento di riflessione e di aggiornamento per professionisti e operatori  interessati al tema dell’accessibilità del patrimonio culturale da parte del pubblico disabile. L’intervento formativo, sostenuto e patrocinato dalle associazioni di categoria, si avvarrà del contributo di alcuni fra i maggiori esperti dell’argomento a livello nazionale e si focalizzerà quest’anno sulle buone prassi e sperimentazioni innovative in materia di disabilità mentale e fruizione museale.

PROGRAMMA DEL SEMINARIO

Mostra multisensoriale d’arte contemporanea "RespiraLe: cammino nell'equilibrio degli opposti” 16marzo-18maggio

Allestita al Palazzo Rubini Vesin di Gradara l'esposizione è concepita, come prescrive la formula GradArt, secondo criteri di ampia accessibilità. Questa edizione si connota "al femminile" poichè ne sono artefici due artiste donne: Elisabetta Scansa, raffinata artista attiva tanto in ambito pittorico con la sua geometrica visione della realtà quanto in scultura, settore in cui trovano posto i suoi lavori più poetici e rarefatti, e Simona Foglia, la cui ispirazione si materializza in sofisticate opere in metallo, testimoni silenziose di un proprio bestiario interiore. Il fecondo connubio tra questi due diversi universi artistici, la fusione con l’ambiente che le ospita è visibile nelle loro opere scultoree e pittoriche, caratterizzate da una evidente matericità: il percorso espositivo ne esalta i valori tattici, la totale fruibilità, essendo concepito come viaggio nei/dei sensi, capace di attivare quindi altri canali oltre a quello visivo.

Quest’anno la mostra ospita un' ulteriore sezione dal titolo “Ri_tratto” curata dagli studenti della prof. Francesca Carta del Corso Superiore Biennale di Perfezionamento della Scuola del Libro di Urbino e dagli utenti di Alpha Cooperativa del Prof. Leonardo Badioli, direttore DSM Area Vasta (PU)

CATALOGO DELLA MOSTRA

Manifestazione “Gradara a porte aperte”  domenica 16 marzo

Per il terzo anno consecutivo le “porte” di Gradara tornano ad aprirsi a tutti, famiglie, adulti, bambini  per condividere con il grande pubblico le finalità e i risultati del progetto GradArt; le tante animazioni e iniziative proposte offriranno nuove modalità “senza barriere fisiche o mentali” per fruire del castello e del borgo medievali attraverso percorsi teatrali per disabili cognitivi, visite accessibili a persone con difficoltà motorie, spettacoli “al buio”, attività multisensoriali, laboratori tattili, interventi di animazione itineranti nel borgo … in un’ottica di totale accoglienza e accessibilità del patrimonio culturale locale. La presenza dei volontari della Protezione Civile di Gradara garantirà la partecipazione alle iniziative in programma ai visitatori con mobilità ridotta e su sedia a rotelle e un interprete LIS interverrà in diversi momenti della manifestazione

Nella stessa giornata sono da segnalare due importanti appuntamenti:

La cerimonia di adesione al “Manifesto della cultura accessibile a tutti”
scritto programmatico del Tavolo Culturaccessibile promosso dal Dipartimento Educazione Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea di Torino e da CPD (Consulta Persone in Difficoltà)

Inaugurazione Atelier “Silosò - officina delle idee” 
spazio permanente di creazione e vendita di prodotti di artigianato artistico progettato dalla Scuola di Viale Trieste e dalla Cooperativa Labirinto per l’inserimento sociale e lavorativo di persone con disabilità

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE